Salento terra di tartufi

Nel Salento il tartufo bianco di Corigliano d'Otranto


La penisola salentina è conosciuta dai più per il suo mare, per l’architettura, per la sua storia.
Conosciuta anche per il suo vino robusto e generoso e per il suo olio extravergine di oliva gradevolmente fruttato e gustoso, elementi tipici della agricoltura mediterranea alla base della sua tradizione culinaria.
Il Salento nasconde pure piccoli segreti di cui pochi sono a conoscenza tra questi il più ricercato: Giuseppe Lolli che dopo un lungo percorso di formazione e ricerca ha diffuso con grande passione e fatto conoscere il tartufo del Salento conosciuto come il tartufo bianco di Corigliano d’Otranto.
Questa grande passione vuole far conoscere il territorio salentino come terra da tartufi, cercando di affiancare ad una tradizione culinaria ben radicata l’uso di questo fungo dal profumo inconfondibile.





Pochi appassionati ricercano il tartufo bianco nel bosco salentino che presenta le condizioni ideali per la sua prolificazione così come pochi identificano la Puglia e meglio il Salento come terra da tartufi ma grazie alla passione di Giuseppe Lolli che da anni si dedica sia alla ricerca di questo fungo che alla sua divulgazione inserendolo come elemento principe nella cucina tipica salentina sta legando lentamente il tartufo bianco di Corigliano d’Otranto al territorio.
Nascono così diverse iniziative mirate a far conoscere ed apprezzare il tartufo salentino. Il festival “Un cuore per il tartufo” è l’evento principe organizzato dall’associazione amici del tartufo in cui tutti possono degustare piatti al tartufo preparati con sapienza e dovizia.
Grazie all'associazione "Amici del Tartufo" si è giunti all’accordo con vari enti tra cui la provincia, la regione puglia ed alcuni comuni salentini su un protocollo d’intesa per la ricerca e la promozione del tartufo bianco.


Il canale Youtube di Salento Tarfufi